Se Soru esce dal Pd, Rossomori pronti ad accoglierlo. Fantapolitica? Si vedrà!

Riporto l’arAddio al Pd. Ora Sorupensa a un nuovo partitoticolo che da la notizia e aggiungo, per conoscenza diretta, che se Soru dovesse uscire dal Pd andrebbe con tutta probabilità a confluire nei Rossomori, partito che di fatto ha guidato in maniera neanche tanto occulta sin dalla nascita. Rimando per attinenza all’articolo pubblicato in giungo su questo blog riguardo al sovranismo. Voi cosa pensate di tutto ciò?

Di seguito l’articolo tratto da www.liberiasinistra.com.

 Addio al Pd. Ora Soru pensa a un nuovo partito

Sono sempre più insistenti le voci di un abbandono del Partito Democratico da parte di Renato Soru. Non è  un ritiro dalla politica ma il rilancio del suo progetto politico e dell’azione che lo ha visto protagonista come presidente della Regione sarda.

Ambienti a lui vicini fanno trapelare l’intenzione di creare un nuovo soggetto politico proprio nella sua isola, con uno sguardo rivolto anche alla penisola. Stanco del predominio delle vecchie logiche e dei soliti “castosauri” all’interno del PD Sardo, consapevole dell’incapacità dell’attuale gruppo dirigente di presentarsi alle prossime regionali con una proposta seria e credibile, lungimirante nella visione di una possibile alleanza strategica con SEL e con un Zedda sempre più proiettato verso una co-leadership nazionale del Partito di Vendola, il  patron  di Tiscali   medita   un bello “strike” con tutti i birilli a terra per consentire alla Sardegna una ripartenza, riprendendo il discorso interrotto dalla parentesi Cappellacci.

Soru non pensa alla presidenza della Regione. Sapendo di non essere più l’uomo vincente di alcuni anni fa, Sori oggi considera l’ipotesi di porsi nel ruolo di leader politico e di grande suggeritore. L’uomo ha imparato tanto in questi anni, si è reso conto che con compagni di strada come il segretario regionale del partito (Silvio Lai) e il leader della ex Margherita (Paolo Fadda) non si va da nessuna parte. Il suo popolo è in fermento e anche alcuni settori del PD pronti a dare manforte a un progetto che faccia da collante con le anime più progressiste della coalizione, a partire dal partito di Vendola.

Il patron di Tiscali intravvede una forte crescita della sinistra e una possibile rinascita della voglia di un modello di Sardegna eco-sostenibile e identitaria, attenta a salvaguardare il proprio patrimonio ambientale e culturale per farlo diventare una ricchezza.

In una visione strategica che vede un possibile spezzettamento del Centro Destra e del Centro Sinista per le prossime elezioni regionali, l’ipotesi di un nuovo partito alleato con quello di Zedda non appare certo un’ operazione temeraria, specie se si pensa alla voglia di “pulizia” che spazzerà Italia e Sardegna alla prossima tornata elettorale.

Il Partito Democratico dei castosauri è avvisato.

http://www.liberiasinistra.it/art/2011/10/05/addio-al-pd-ora-soru-pensa-a-un-nuovo-partito_66

Tag: , , , , ,

Lascia un Commento


Chiudi
Invia e-mail
Usiamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione nel nostro sito web.
Ok